Lago Maggiore in camper: le Isole Borromee

Ott 6, 2019Diari di viaggio

Un weekend sul Lago Maggiore in camper alla scoperta delle Isole Borromee, dei piccoli gioielli da scoprire grazie ad un’escursione in barca. Leggi il nostro itinerario di due giorni sul Lago Maggiore in camper per scoprire cosa fare a Stresa con i bambini e un modo originale per visitare Arona.

LOCALITA’ VISITATE: BAVENO, ISOLA BELLA, ISOLA DEI PESCATORI, STRESA, ARONA

Lago Maggiore in camper: Giorno 1

Partenza alle 8.40 da casa, in provincia di Bergamo, e arrivo alle 10.15 a BAVENO. Ci siamo diretti al CAMPING TRANQUILLA che avevamo prenotato e per una notte abbiamo pagato 24,50 Euro.

Il camping non è vicino al lago, si trova sulle pendici di un monte e a piedi la strada per arrivarci è abbastanza ripida. Campeggio sul Lago Maggiore dotato di piscina, ideale per chi cerca pace e tranquillità. Qui il link del sito del Camping Tranquilla.

C’è un servizio di navetta che collega il campeggio con il porticciolo di Baveno ma, visto che eravamo gli unici ospiti, abbiamo deciso di non disturbare il gentilissimo proprietario e di muoverci con le nostre bici (all’epoca non avevamo ancora le e-bike e forse è proprio da questo viaggio che ci è venuta l’idea di acquistarle).

In discesa, in pochi minuti, siamo arrivati al porto e da qui abbiamo preso i biglietti del trasporto pubblico non di linea per la visita di due isole: prezzo 24 Euro.

La prima isola che abbiamo visitato è stata ISOLA BELLA. Dopo aver fatto un giro nelle viuzze, abbiamo deciso di acquistare il biglietto per la visita del PALAZZO BORROMEO e del GIARDINO: Euro 42 (compresa anche la visita al Parco Pallavicino di Stresa).

Le stanze del Palazzo sono davvero sontuose e regalano degli scorci meravigliosi sul lago. Una della principali sale è la Galleria Berthier, nella quale sono contenute più di 130 opere, tra cui alcune dei maggiori artisti italiani.

Affascinanti sono le Grotte, che conducono alla visita del Giardino. Qui si possono trovare moltissimi fiori e piante, anche rare, e il principale monumento del giardino: il Teatro Massimo.

Dopo la visita, abbiamo ripreso il traghetto che ci ha portato all’ISOLA DEI PESCATORI. Questa isola è davvero molto piccola ma merita una visita ai sinuosi vicoli, pieni di negozi e ristoranti.

Il traghetto infine ci ha riportato a Baveno, dove, dopo aver recuperato le nostre biciclette, abbiamo visitato il centro e da lì abbiamo percorso la faticosissima salita verso il campeggio.

Lago Maggiore in camper: Giorno 2

In camper ci siamo spostati a STRESA. Dopo una breve passeggiata per le vie principali, ci siamo diretti verso la visita del PARCO PALLAVICINO (inclusa nel biglietto del giorno precedente).

Il parco, che offre giardini curati nei minimi dettagli, ospita una cinquantina di specie di mammiferi e volatili. In un grande recinto, abbiamo avuto la possibilità di accarezzare alcuni di questi animali che si lasciano avvicinare senza paura solamente dando loro un po’ di cibo, che viene fornito dai custodi. È stato davvero emozionante per Sara avvicinare e accarezzare i daini!

Dopo pranzo ci siamo diretti ad ARONA. Qualche giorno prima, tramite il sito del Touring Club, mi ero iscritta alla “Caccia ai Tesori Arancioni”, un modo originale per visitare la cittadina.

Arrivati ci siamo diretti all’ufficio turistico, nel quale abbiamo ritirato la nostra mappa con gli indizi che ci hanno condotto ai luoghi principali del paese. Ad ogni tappa ci hanno fornito un adesivo e dopo averli recuperati tutti e sei ci hanno consegnato il premio finale (dei gadget e delle magliette del Touring Club).

L’ultima tappa della caccia al tesoro era la STATUA DI SAN CARLO, che abbiamo raggiunto con il camper perché non vicinissima al centro.

La statua è visitabile all’interno e si può salire fino alla sommità, ma essendo Sara troppo piccola per le scale a chiocciola interne, ci è stato consigliato di salire solo fino al basamento e così abbiamo fatto pagando 7 Euro per l’ingresso.

Ritorno a casa in serata.

Autostrada: 21 Euro – Carburante: 40 Euro – Km percorsi: 280

Attenzione:

Valutare la posizione del campeggio e dell’area di sosta prima di prenotare in quanto le sponde del lago in alcuni tratti sono ripide e la strada di risalita è lunga e faticosa se fatta a piedi e in bici. Inoltre bellissimo il Parco Pallavicino ma raggiungerlo in camper è stata un’impresa, abbiamo parcheggiato sul ciglio della strada.

Bambini:

Parco Pallavicino e La Caccia al Tesoro di Arona.

Idee per weekend o viaggi in camper? Clicca e vai alla cartina interattiva! Scegli la tua destinazio e buona lettura!

Se vuoi maggiori informazioni, scrivimi dei commenti, sarò felice di risponderti!

Potrebbero interessarti anche…

Terme di Colà in camper

Terme di Colà in camper

Leggi il nostro itinerario per scoprire dove abbiamo sostato alle Terme di Colà in camper. Due laghetti di acqua...

0 commenti